Leucemia mieloide cronica: una ricerca italiana potrebbe aprire nuove prospettive di cura